Rune e il Grand Canyon

Grand Canyon

Nessuno dubita che questi siano tempi molto difficili. Ma questi tempi sono stati predetti per migliaia di anni. Non è né più né meno che il cambiamento delle Ere causato dal movimento del nostro Sistema Solare attraverso la galassia.

Nella nostra mitologia settentrionale era chiamata “L’età del lupo”. In Oriente “Kali Yuga”.

Ma non deve riguardare noi vichinghi dei giorni nostri. Ciò che vediamo accadere in questo mondo è ciò che sta accadendo all’incoscienza collettiva dell’umanità. Coloro che si aggrappano alla mente di gruppo e al paradigma dell’Era dei Pesci.

Siamo in un nuovo paradigma, l’Era dell’Acquario e abbiamo una nuova serie di regole con cui vivere. Le leggi della fisica quantistica.

La chiave è individualizzare. Lasciare andare la vecchia mente di gruppo e diventare un co-creatore individuale del proprio destino. Il mio vecchio maestro delle rune mi diceva che quando le cose andavano male usavo i miei strumenti.

Gli strumenti più potenti del pianeta ora sono le Rune. Le Rune sono le chiavi delle Energie Universali della Creazione. Dobbiamo imparare a usare i nostri strumenti per creare la nostra vita. Il modo migliore è attraverso le meditazioni sulle rune. Respirare le Rune nella tua Aura. Quali energie porti nella tua Aura creano la tua vita.

Meditazione delle rune del Grand Canyon:

Hai bisogno di due regni per poter trasferire le energie creative delle Rune dall’Oceano Quantico (non fisico) nella tua Aura e nella tua vita. Hai bisogno di un regno runico esterno e di un regno runico interno. Per il regno delle rune esterno. Ti dirò qual è il mio, ad esempio.

È la mia poltrona reclinabile preferita nel mio soggiorno. Mi siedo lì ogni volta che faccio una meditazione sulle rune o un esercizio di respirazione delle rune. Faccio la mia meditazione sulle rune ogni mattina (4:00), per almeno 1/2 ora. Nel corso degli anni questa sedia è stata intrisa di energie runiche. È il mio regno runico esterno.

Il mio regno delle rune interiore è il Grand Canyon. È la meditazione mentale che ho costruito per trasferire le infinite energie runiche nell’Oceano Quantico nel mio mondo mentale finito.

Mentre sono seduto sulla mia sedia (regno delle rune esterno) mi immagino mentalmente al Grand Canyon (il mio regno delle rune interiore).

Quando eseguo le mie meditazioni sulle rune, estraggo le energie dall’infinito Oceano delle energie runiche dell’Oceano Quantico nel mio regno mentale interiore delle rune, nel mio regno runico esterno (sedia) e nella mia Aura.

Ho scelto il Grand Canyon perché ho vissuto in Arizona per 20 anni. Ho fatto 17 visite. È un magico, potente vortice di energia. Fu senza dubbio creato dal Dio Creatore come collegamento tra i mondi interiori e quelli esterni.

Mi immagino mentalmente seduto sul bordo del North Rim del Grand Canyon. Fisso il “Martello di Thor”, uno dei magnifici monumenti al nostro Dio del Nord. Visualizzo mentalmente Odino, Thor e Tyr sulla mia mano destra. Heimdel, Frey, Niord alla mia sinistra. Secondo le leggi della Fisica Quantistica, quando mi vedo mentalmente nel Grand Canyon, in realtà mi trovo nel Grand Canyon.

Davanti a me, che attraversa il respiro del Grand Canyon, c’è un semicerchio di Rune Armanen. Sono enormi rune fiammeggianti rosse che iniziano da sinistra a destra. Queste rune fiammeggianti sono le porte tra il mondo delle rune interno ed esterno.

Scelgo la runa che voglio, la guardo e mentalmente dico: “Ora sto attirando le energie della runa FA (o qualsiasi altra) fuori dall’Oceano Quantico, attraverso la porta della runa FA e nella mia mente. Dalla mia mente nella mia Aura e nella mia Vita.”

Visualizzo l’energia runica fiammeggiante che riempie la mia mente e la mia Aura. Spendo circa 1/2 a fare questi trasferimenti runici dall’Oceano Quantico e nella mia vita.

Quando apro gli occhi alla fine della mia meditazione sulle rune del Grand Canyon, posso sentire la mia sedia, la mia aura e il mio corpo pieni di energia runica.

Mi alzo e vado per i miei affari con la certezza e la fiducia che queste energie runiche alla fine si manifesteranno nella mia vita come persone, luoghi ed eventi. Non deridere mai la semplicità di questo esercizio.

Leave a Comment

Your email address will not be published.