Dio non è morto

Questa è l’era scientifica. L’uomo vuole la prova per tutto. Anche per l’esistenza di Dio!

Ma Dio è al di là della prova. Scienziati come Newton credevano in Dio. Ma in questa epoca moderna in cui siamo in grado di spiegare tutto, potrebbe essere possibile provare l’esistenza di Dio.

Verso la fine del XIX secolo, il filosofo Nietzsche dichiarò attraverso uno dei suoi personaggi di fantasia che “Dio è morto”.

Ora, sulla base della Scienza Quantistica, alcuni scienziati stanno cercando di provare l’esistenza di Dio. Una di queste persone è Amit Goswami. È un fisico nucleare teorico e membro dell’Istituto di fisica teorica dell’Università dell’Oregon dal 1968.

Goswami crede fermamente che l’esistenza di Dio potrebbe essere risolta da prove scientifiche. Afferma già che è nel favore di Dio.

Il libro è composto da cinque parti, Introduzione, L’evidenza per la causazione verso il basso, L’evidenza per i corpi sottili, Causazione verso il basso rivisitata e Attivismo quantistico.

Offre due tipi di prove: “le firme quantistiche del divino” e “i domini sottili della realtà”.

Gli eventi mentali agiscono per causare eventi fisici. Questo è noto come causalità al ribasso.

Un architetto che vorrebbe costruire una casa partirà prima con un’idea e poi farà una stampa blu dell’idea. Poi inizierà il lavoro.

Allo stesso modo ora siamo in grado di vedere l’idea di Dio attraverso il Supermentale (Corpo delle Leggi) e poi il progetto attraverso il corpo vitale. Il corpo fisico è la Sua opera.

L’autore fornisce una serie di esempi basati su prove scientifiche per dimostrare il suo punto che Dio esiste. Mostra che tutte le scienze – fisica, biologia, psicologia e medicina – necessitano dell’ipotesi di una causalità al ribasso.

Una volta è stato chiesto al Dalai Lama se ci fosse qualche ricerca scientifica che lo avrebbe mai spinto ad abbandonare le sue convinzioni buddiste sulla spiritualità. A questo il Dalai Lama ha risposto che se gli scienziati potessero provare che la reincarnazione non accade mai, potrebbe cambiare idea.

Ma Stevenson ha raccolto molte prove a prova della reincarnazione.

Lo stesso autore è stato invitato a unirsi a un gruppo di scienziati in una conferenza a Dharma Sala, in India, nel 1999.

I circa 30 scienziati hanno presentato le loro idee al venerabile Dalai Lama. Il convegno aveva lo scopo di integrare scienza e spiritualità.

Per scoprire Dio bisogna rinunciare alla visione materialistica e adottare il sentiero del Karma Yoga, facendo del bene senza aspettarsi il risultato che ne deriva.

Il libro è stato scritto con uno stile lucido, in modo che anche un normale lettore possa capire le nostre origini e come dovremmo vivere. Numerosi aneddoti si intrecciano per spiegare i principi della fisica quantistica.

Amit Goswami ha un talento per spiegare le cose in modo semplice. Questo è il suo vantaggio.

Coloro che credono in Dio, per loro non è necessaria alcuna spiegazione. Gli atei che non credono in Dio non Lo accetteranno mai anche dopo aver ottenuto prove sufficienti. Quindi questo libro è per le persone che rafforzerebbero le loro convinzioni una volta che avranno nuove idee basate su prove scientifiche.

Consiglio vivamente questo libro a tutte le persone, credenti, non credenti e cercatori di verità. Il libro è pubblicato da Jaico Publishing House, Mumbai, India.

Leave a Comment

Your email address will not be published.