Biografia di Gregory Benford

Gregorio Benford

L’astrofisico americano ha fatto i conti con i suoi pluripremiati romanzi di fantascienza; servire come facoltà presso l’Università della California, Irvine; fornisce anche i suoi contributi come editore alla rivista Reason. È riconosciuto per i suoi eccezionali contributi al mondo della scienza e della scrittura. In collaborazione con William Rotsler, David Brin e Gordon Eklund; ha contribuito con esemplari premiati. Il Lorde Prize per i suoi eccezionali contributi alla scienza nel 1995 e il Nebula Award nel 1980 sono i suoi successi degni di nota. La sua ricerca comprende non solo fisica e astronomia, ma anche fisica del plasma ed è stata riconosciuta dalla NASA, NSF, AFOSR, DOE e altri rinomati istituti. È noto per la controversa legge da lui proposta sulla Passione nel suo romanzo Timescape.

Gregorio Benford; alias Sterling Blake; un residente a Laguna Beach; California; è nato a Mobile, Alabama, il 30 gennaio 1941. Laureato in fisica presso l’Università dell’Oklahoma, 1963; ha completato il suo Master of Science nel 1965, seguito da un dottorato nell’anno 1967, presso l’Università della California a San Diego. Dopo il completamento del dottorato, si è sposato con Joan Abbe e ha avuto due figli. La maggior parte dei personaggi dei suoi romanzi sono ispirati dalla personalità di sua moglie, morta nell’anno 2002. Jim Benford è il suo fratello gemello identico in collaborazione con il quale ha prodotto un notevole pezzo di fantascienza: Void.

Gregory Benford è stato nominato nell’anno 1971 come assistente professore di fisica presso l’Università della California, Irvine; è stato successivamente promosso Professore di Astrofisica e Fisica del Plasma, nel 1979. Nel 2006 si è dimesso dall’incarico per entrare a far parte di un team scientifico di ricercatori che lavorava sulla causa dell’invecchiamento negli esseri umani. Ha pubblicato più di cento articoli scientifici relativi a biotecnologie, fisica delle particelle, plasmi, materia condensata, ecc.; più di centocinquanta racconti e romanzi; alcuni articoli e saggi. I suoi romanzi pubblicati descrivono l’amalgama perfetto delle sue conoscenze scientifiche e letterarie.

È Woodrow Wilson Fellow e visiting faculty presso l’Università di Cambridge, l’Università di Torino e l’Università di Bologna. È una facoltà di consulenza presso la NASA, la DARPA e la CIA e altre agenzie. È uno dei consigli di amministrazione della Mars Society e un membro attivo di Alcor e del gruppo di difesa della crioconservazione, Regno Unito.

Per tutta la vita ha studiato la fisica della galassia e l’esistenza del buco nero e cerca di incorporare le sue scoperte ei suoi concetti nelle sue opere di fantascienza e antropologie. Il suo primo romanzo pubblicato è stato Deeper than the Darkness (1970). Negli anni successivi, ha rielaborato il romanzo ripubblicato con il nome The Stars in Shroud (1978); poiché pensava che la versione precedente non fosse così sofisticata e ben scritta.

Il suo lavoro ha collaborato: “Se le stelle sono Dio” con Gordon Eklund; gli ha conferito un altro Nebular Award nel 1974. La storia comprende l’esistenza di alieni che considerano il Sole come un Dio e il pianeta centrale.

Il suo miglior lavoro da solista basato su scienziati e viaggi nel tempo, Timescape (1980), gli è valso il Nebula Award, il British SF Award, il John Campbell Award e, inoltre, una nomination al Locus Award nel 1981, è in uscita per la stampa in dieci lingue internazionali. Il romanzo descrive perfettamente la follia umana nel mondo scientifico attuale e nel mondo della pseudoscienza. La storia è ambientata nel 1998 quando il mondo è colpito da disastri ecosistemici e gli scienziati dell’era presente cercano di inviare il messaggio nel passato; usando tachioni che possono viaggiare con una velocità superiore a quella della luce; per avvertirli dei disastri che si avvicinano nel secolo attuale. Per evitare il paradosso del nonno, il messaggio viene inviato sotto forma di lettere staccate e spostate; che a sua volta crea più paradosso. L’ultimo capitolo è ambientato nell’anno 1974, raffigurante una cerimonia di premiazione in corso per notevoli risultati scientifici; dove lo scienziato di nome Bernstein, che fu il primo a ricevere e decifrare i segnali; riceve il Premio Enrico Fermi. Con la pubblicazione di successo delle sue opere, l’autore si è riconosciuto come un autore di fantascienza hard best-seller.

The Galactic Center Saga è una pubblicazione avvincente e pioniera. Si ritiene significativo in quanto l’autore ne dedicò gran parte; cioè diciannove anni per finire la serie. La serie coinvolge tre romanzi chiamati Galactic Center One, Galactic Center Two e To the Galactic Center. La serie è una raccolta di sei buone letture. Un prologo chiamato -Ocean of Night (1977); che è seguito da Across the Sea of ​​Suns; Maree di luce (1989); Golfo furioso (1994); Vela l’eternità luminosa (1996). La consapevolezza sensoriale e le emozioni umane sono i temi centrali. La serie descrive molto bene l’imminente futuro della conquista dello spazio da parte degli uomini e dei conflitti crescenti fino all’anno 2061. I libri descrivono perfettamente il viaggio nello spazio e la guerra dell’universo fisico e dell’umanità biologica. Nell’anno 2001; Jan De Bont aveva annunciato di inventare una serie basata sui sei libri della serie, ma non è stato trasmesso nulla. Tuttavia, nel 1969, otto stagioni della serie intitolate Galaxy Odyssey; è stato prodotto dalla Japan National Broadcasting, di cui Benford era lo sceneggiatore e l’ospite.

Dopo la pubblicazione di successo della saga; l’autore ha pubblicato una serie di ‘Science Thriller’. È consulente scientifico per Star Trek: The Next Generation. I romanzi di Benford descrivono in modo appropriato i conflitti tra l’umanità interiore e lo spazio scientifico esterno. I suoi libri sono perfetti per esercitare la mente. Per lo più fanatici della scienza e nerd sono quelli che li cercherebbero. Su cosa pensiamo si basino le ispirazioni di film come Star Wars? L’unico limite alla scrittura di Benford è che scrive per i secchioni adulti. Le sue ambientazioni sono complesse e l’immaginazione vasta. Con un pool di personaggi vari, esegue esperimenti con le teorie scientifiche. Gregory ha acclamato una posizione distinta tra gli scienziati e lo scrittore di fantascienza con tanto di duro lavoro e premi sia in campo scientifico che letterario. Benford è uno scrittore fenomenale con eccezionali capacità di scrittura di fantascienza che lascia i suoi lettori incantati e divertiti.

Leave a Comment

Your email address will not be published.