Recensione del libro: “Capire le politiche pubbliche” di Paul Cairney

Le recensioni dei libri possono o meno diventare una caratteristica più regolare su questo blog. Evidentemente, da dottoranda, leggo molto. E ogni tanto mi imbatto in un libro che non è solo un piacere da leggere, ma anche molto utile al mio lavoro e alla mia ricerca. Sono libri come questi che ritengo meritino un pubblico più ampio. Uno di questi libri è “Capire la politica pubblica” dello scozzese Paul Cairney, altrimenti noto per essere stato coautore di un’introduzione alla politica scozzese.

Cosa c’è nel libro?

Come con il suo libro sulla politica scozzese, il dottor Cairney eccelle nello scrivere introduzioni ad argomenti difficili che sono coinvolgenti e informativi, ma senza compromettere la profondità e la complessità della questione in questione.

Capire le politiche pubbliche: teorie e problemi – ce lo svela il titolo – introduce il lettore allo studio delle politiche pubbliche nelle scienze politiche. Come si dice in copertina, alle teorie e alle problematiche in questo particolare campo. L’enfasi del libro è chiaramente sulle teorie, che strutturano il libro. I problemi vengono in tutto il libro per illustrare i punti teorici in ogni fase.

Il libro ha 13 capitoli, che possono essere considerati approssimativamente come ricoperti da 3 parti:

  • I primi due capitoli hanno dato un’introduzione e chiedono “Come dovremmo studiarlo?”. Il secondo capitolo in particolare cerca di fornire al lettore una guida rapida sul perché la teoria, i modelli e l’euristica sono necessari e cosa fanno. Descrive anche alcune delle insidie ​​dello studio delle politiche pubbliche. Sebbene il capitolo non possa ovviamente competere con un libro interamente dedicato all’euristica e alla (meta)teoria, fornisce al lettore un buon manuale introduttivo. È ancora la parte forse più debole del libro.
  • I capitoli da 3 a 7 trattano le “grandi” teorie nel campo, dall’istituzionalismo alla scelta razionale. Qui, la forza di Cairney entra in gioco. Ognuno di questi campi è di per sé una gigantesca letteratura. Svolge un ottimo lavoro nel coprire le basi, evidenziare i dibattiti formativi e attuali e illustrarli con problemi reali.
  • I capitoli da 8 a 12 trattano alcune delle teorie più specialistiche, che vanno dalla governance multilivello al trasferimento di politiche. Ancora una volta, l’abilità di Cairney nel condensare gli elementi chiave di queste borse di studio in capitoli leggibili, costellati di definizioni e spiegazioni, rende questi capitoli e il libro in generale una lettura altamente istruttiva.

Perché dovrebbe leggerlo e perché?

Il libro costituisce un’ottima introduzione per studenti o studiosi che si affacciano al campo delle politiche pubbliche. Questi sono probabilmente il suo pubblico principale e il libro fa un ottimo lavoro parlando con loro.

Mi sono piaciute in particolare le brevi definizioni dei termini chiave nella barra laterale e l’occasionale riquadro che mette in evidenza alcuni degli strani colpi di scena che questa letteratura ha assunto in passato su alcune questioni di politica pubblica.

La capacità di Cairney di attingere sia dai documenti classici che da quelli più recenti per presentare il discorso in ciascuno di questi campi rende il libro un eccellente anche per tutti coloro che cercano di rinfrescare le proprie conoscenze in uno dei campi coperti da Cairney. Ogni capitolo è, in sostanza, una revisione della letteratura aggiornata (alla pubblicazione) del suo campo, che fornisce al lettore una solida base e comprensione. Da lì, è facile immergersi, leggere, esplorare e scrivere su qualsiasi particolare argomento di ricerca all’interno del campo.

Ho trovato il libro incredibilmente utile quando ho redatto un nuovo documento per la conferenza. Di recente ho deciso di scrivere sul mio argomento di interesse personale, la valutazione degli aiuti, da una nuova prospettiva di trasferimento delle politiche. Non avrei potuto sperare in una guida di massima alla letteratura migliore di quella che ho trovato in “Capire le politiche pubbliche”. Altamente raccomandato.

Leave a Comment

Your email address will not be published.