Il libro dell’arte reale, di: Bo Yin Ra – Recensione del libro

Bô Yin Râ è il nome spirituale di Joseph Anton Schneiderfranken, che visse dal 1876 al 1943 e pubblicò quaranta libri che rispondevano a molte delle domande dell’esistenza umana. Essendo stato contattato da un gruppo di editori che desideravano pubblicizzare il messaggio dell’autore, ho avuto il privilegio di recensire Il libro dell’arte reale, una versione bilingue (tedesco – inglese) tradotta dall’originale tedesco in una forma finale di inglese contemporaneo. Per coloro che sono bilingue, il libro tedesco/inglese è eccellente, e per quelli che capiscono solo l’inglese, la versione del libro senza il tedesco è preferibile come scelta. Ogni edizione cartonata è rappresentata nella sua custodia, rilegatura e carta liscia opaca biancastra priva di acidi, a significare la qualità di questo lavoro.

Poiché non c’è critica che un umile lettore possa fare del contenuto dell’autore, posso solo fornire il mio profondo apprezzamento della filosofia e dell’intuizione così eloquentemente scritte. Le pagine di poesie e insegnamenti in “Royal Art” racchiudono metafore intitolate Il raccolto, conosci te stesso, Il pericolo della vanità, La domanda del re, e Unità, per dirne alcuni. Come suggeriscono i loro titoli, truismi logici concisi e ridotti sono sequenzialmente articolati con candore e pontificazioni a dimostrazione dell’intima comprensione che Bô Yin Râ aveva al suo pubblico di lettori. I nuovi arrivati ​​​​ai suoi insegnamenti devono rallentare, verso l’era prima della comunicazione istantanea di telefoni cellulari, computer e Internet, e gioire della pacifica libertà della consapevolezza visionaria intellettuale, dai magistrali insegnamenti di Bô Yin Râ.

Nella propria ricerca per comprendere la radice del significato dell’esistenza della vita, la luce innata che è in tutti noi ha bisogno di essere vista senza distrazioni, affermano i suoi insegnamenti. Per parafrasare, bisogna seguire il vostro percorso di direzione spirituale e scoprire da soli il significato della vostra esistenza, poiché coloro che vi dicono i significati sono persone comuni che lo hanno trovato dentro di sé attraverso la lotta, il sacrificio e la sofferenza, a volte. “L’uomo che vuole imparare ad ascoltare Dio deve prima di tutto imparare ad ascoltare se stesso”, scrive l’autore. “Solo a colui che ha imparato ad ascoltare se stesso può essere applicato l’insegnamento che qui mettiamo in parole”, ha concluso.

C’è tranquillità nella scrittura di Bô Yin Râ che nutre i suoi lettori in una serenità grembo. Sebbene conoscessi i suoi insegnamenti circa 35 anni fa durante la scuola di specializzazione, ho trovato questa visita della sua filosofia idealmente adatta al mio sesto decennio più maturo della mia vita. Il tempo trascorso con questa edizione rilegata in modo impeccabile mi è piaciuto molto e ho letto l’opera due volte, raccogliendo molto di più dalla lettura successiva. Poiché gli insegnamenti di Bô Yin Râ hanno creato una cultura di seguaci che desiderano dimorare nella casa della comprensione spirituale dell’autore, non vedo l’ora di rivisitare il suo lavoro in tutte le categorie di filosofia e di autorealizzazione della luce nella mia visione. Le versioni recentemente tradotte in inglese pubblicate da Progetti Postumo Amsterdam sarebbe consigliato come collezione da possedere.

Leave a Comment

Your email address will not be published.