Cani in divorzio: più Stati che riconoscono gli animali domestici nei casi di diritto di famiglia

La maggior parte delle persone che possiedono cani e sono vicine ai loro animali vedono gli animali domestici più come membri della famiglia che come pezzi di proprietà. Si tratta di relazioni reciproche, amorevoli, altamente connesse e coinvolte tra i cani e le persone che si prendono cura di loro. Il lutto per la perdita del tuo cane insieme alla perdita di una relazione a lungo termine sotto forma di matrimonio è un doppio smacco emotivo.

Pertanto, forse non dovrebbe sorprendere che alcuni stati ora riconoscano gli animali domestici di famiglia come più simili alle persone che alle proprietà quando coinvolti in procedimenti di divorzio. Tuttavia, questi sono sviluppi rivoluzionari e vale la pena dare un’occhiata più da vicino.

Nel 2017, l’Alaska è diventato il primo stato del paese ad approvare una legge formale in materia di animali domestici nei casi di divorzio. I loro statuti indicavano che il tribunale è tenuto a prendere in considerazione il benessere dell’animale durante una causa di divorzio. Questo è invece di trattare semplicemente un animale domestico come un bene finanziario o un pezzo di proprietà da dividere. Il tribunale sarebbe quindi in grado di pronunciarsi su ciò che essenzialmente equivale all’affidamento esclusivo dell’animale a una delle parti o all’affidamento congiunto continuato.

Lo stato dell’Illinois fu il successivo a unirsi al carrozzone l’anno successivo. Nel 2019, un altro stato si è unito al movimento, la California. In California, tuttavia, c’era una differenza nel modo in cui la legislazione è formulata. In tale stato il giudice può considerare il benessere dell’animale ma non è formalmente obbligato a farlo.

Tieni inoltre presente che le leggi sui cani nei casi di divorzio si applicano a tutti gli animali domestici di famiglia, non solo ai tuoi amici canini. Sono di gran lunga i più probabili essere la fonte di una disputa tra una coppia divorziata, ma che si tratti di un gatto, un uccello, una lucertola o qualsiasi altra cosa, tutti gli animali domestici possono essere visti allo stesso modo.

Avere un tribunale statale per il divorzio che si occupi della questione di chi conserva i diritti di proprietà sul tuo cane può sembrare una questione da ridere, o come un eccesso, dall’esterno verso l’interno, ma da un proprietario di cane all’altro, è chiaramente un passo importante nella giusta direzione. Con diversi stati che ora stanno legalmente effettuando il passaggio, non sorprenderti di vedere che anche altri stati iniziano ad adottare politiche simili.

Nel frattempo, però, tieni presente che questi sono solo tre stati su cinquanta in cui i cani divorziati vengono trattati tenendo conto dei loro diritti. Se vivi in ​​uno qualsiasi degli altri 47 stati, allora vivi in ​​un luogo che non supporta legalmente o ufficialmente tali considerazioni.

Pertanto devi sempre tenere a mente qualsiasi legislazione locale applicabile e devi assicurarti di lavorare con un professionista legale che abbia esperienza nella tua area o regione specifica. La questione dei cani e dei casi di divorzio di certo non scomparirà presto, quindi tieni gli occhi aperti per ulteriori aggiornamenti.

Leave a Comment

Your email address will not be published.