Animali domestici e divorzio – Determinazione dell’animale domestico "Custodia"

I divorzi possono essere un processo disordinato, con entrambe le parti che combattono per l’affidamento dei bambini, la proprietà della casa e i diritti sugli alimenti. Chiunque abbia mai conosciuto un ossessionato proprietario di un animale domestico sa che combatterà con le unghie e con i denti per mantenere il suo amato Fido o Mittens. Quindi, quando si tratta di divorzio e animali domestici, le battaglie giudiziarie possono diventare piuttosto accese e al vetriolo. Nessuna delle due parti vuole rinunciare all’animale che amano, e quindi il divorzio può essere bloccato su chi manterrà l’animale.

Mentre il cane o il gatto (o il serpente o l’uccello, ecc.) possono essere un vero membro della famiglia agli occhi dei suoi proprietari, agli occhi della legge, sono pezzi di proprietà. Mentre a molte coppie piace discutere su chi sarà più in grado di provvedere al cane e chi fornirà al cane sicurezza emotiva, i tribunali non si preoccupano davvero e considerano tale grandiosità come rappresentazioni teatrali non necessarie.

Tuttavia, un caso nella contea di Gloucester in Pennsylvania potrebbe riscrivere il modo in cui i tribunali trattano gli animali domestici nei casi di divorzio. Doreen Houseman è andata in tribunale una seconda volta per la “custodia” del cane di sei anni Dexter che lei e il suo ex marito possedevano insieme. Ha detto che ha rotto un contratto orale promettendole la proprietà del cane e che ora sta trattenendo l’animale come forma di abuso emotivo.

La spinta principale dell’argomento di Houseman è che la corte è discriminatoria quando tratta il suo amato Dexter solo come un altro bene. Sostiene che il giudice dovrebbe considerare cosa è meglio per il cane, e lei e un gruppo di avvocati per la difesa degli animali vogliono usare il caso di Michael Vick come precedente. La credibilità che la corte sta dando all’argomento suggerisce che la pratica di lunga data di trattare gli animali domestici come nient’altro che oggetti da dare a una parte o all’altra potrebbe cambiare.

Fino a quel giorno, però, dovrai raggiungere una sorta di accordo con il tuo futuro ex su chi ottiene la custodia dell’animale. Può essere difficile decidere chi può tenere la Rover, ma è una decisione importante che dovrai prendere prima o poi e prima riuscirai a trovare un accordo, meglio è.

Per ulteriori informazioni sul processo di divorzio e sulla custodia degli animali domestici, visitare kleinattorneys.com.

Leave a Comment

Your email address will not be published.