Animali domestici – Comunicazione, comportamento e intelligenza CAT e loro interazione con gli esseri umani

GATTI

I felini hanno un alto tasso di allevamento. Sotto la riproduzione controllata, possono essere riprodotti e apparire come animali domestici arruolati, un’attività di svago nota come favore felino. L’incapacità di controllare la riproduzione dei felini domestici mediante la sterilizzazione e la riparazione, e in aggiunta l’abbandono dei precedenti animali domestici del nucleo familiare, ha portato alla produzione di quantità sostanziali di felini selvatici in tutto il mondo, che richiedono il controllo della popolazione. In territori specifici al di fuori dell’areale locale dei felini, ciò ha contribuito, insieme alla devastazione dello spazio vitale e a diverse componenti, all’annientamento di numerose specie di creature volanti. È noto che i felini estirpano le categorie di animali di una creatura alata all’interno di luoghi particolari e potrebbero aver aggiunto alla fine delle popolazioni isolane separate. Si ritiene che i felini siano essenzialmente responsabili dell’eradicazione di 87 tipi di uccelli e la vicinanza di felini non domestici e liberi rende inaccettabili alcune aree generalmente ragionevoli per la reintroduzione di specie tentate.

SENSI DEL GATTO

I felini hanno una brillante visione notturna e possono vedere a un solo sesto il livello di luce richiesto per la visione umana. Questa è a metà della conseguenza degli occhi felini che hanno un tapetum lucidum, che rispecchia tutta la luce che passa attraverso la retina ancora una volta nell’occhio, espandendo in questo modo l’affettabilità dell’occhio per diminuire la luce. Un altro aggiustamento per diminuire la luce sono gli enormi sottostudi degli occhi dei felini. A differenza di alcuni enormi felini, ad esempio le tigri, i felini locali hanno pupille apribili. Questi studenti in apertura possono concentrare una luce splendida senza variazioni cromatiche e sono richiesti poiché i sostituti del felino residenziale sono considerevolmente più grandi, rispetto ai loro occhi, rispetto agli studenti di i gatti enormi. A bassi livelli di luce, gli studenti di un felino cresceranno fino a coprire gran parte della superficie scoperta dei suoi occhi. Nonostante ciò, i felini domestici hanno una visione dell’ombra piuttosto scarsa e (come la maggior parte degli animali a sangue caldo non primati) hanno solo due tipi di coni, migliorati per affettabilità al blu e al verde giallastro; hanno una capacità limitata di riconoscere il rosso e il verde. Un articolo del 1993 ha rivelato una reazione alle lunghezze d’onda centrali da una struttura diversa dai poli che potrebbe essere dovuta a un terzo tipo di cono. In ogni caso, questo sembra, a detta di tutti, essere un adeguamento a bassi livelli di luce invece di parlare di una vera visione tricromatica.

COMPORTAMENTO DEI GATTI

I felini esterni sono dinamici sia di giorno che di notte, nonostante abbiano la tendenza ad essere leggermente più dinamici di notte. La pianificazione del movimento dei felini è molto adattabile e fluttuante, il che implica che i felini domestici potrebbero essere più dinamici all’inizio del giorno e della notte, come reazione all’azione umana più degna di nota in questi momenti. Nonostante investano la parte dominante della loro energia nella regione della loro casa, i gatti domestici possono allontanarsi di un numero enorme di metri da questo problema principale e sono noti per costruire regioni che differiscono ampiamente in misura, in un’indagine si estende da 7 a 28 ettari (17-69 acri).

I felini controllano la vitalità sonnecchiando più della maggior parte delle creature, in particolare quando diventano più stagionati. L’intervallo giorno per giorno dei turni di riposo, il più delle volte in prossimità di 12 e 16 ore, con 13 e 14 è normale. Alcuni felini possono riposare fino a 20 ore. L’espressione “snooze felino” per una breve pausa allude alla propensione del felino ad appisolarsi (delicatamente) per un periodo conciso. Mentre sonnecchiano, i felini incontrano brevi periodi di rapido sviluppo degli occhi, spesso accompagnati da sussulti muscolari, il che suggerisce che stiano sognando.

LA COMUNICAZIONE DEI GATTI

Corrispondenza

I felini domestici utilizzano numerose vocalizzazioni per la corrispondenza, inclusi mormorii, trilli, mormorii, ringhi/ringhi, sbuffi e alcuni tipi unici di miagolii (a differenza, i felini non addomesticati sono per la maggior parte silenziosi.) I loro tipi di non verbali la comunicazione, inclusa la posizione delle orecchie e della coda, lo svolgimento dell’intero corpo e il massaggio delle zampe, sono generalmente indicatori dello stato d’animo. La coda e le orecchie sono sistemi di bandiera sociale particolarmente critici nei gatti; per esempio, una coda sollevata è un invitante benvenuto e le orecchie livellate mostrano un’atmosfera minacciosa. Allo stesso modo, l’alzata della coda mostra la situazione del felino nella catena di comando sociale del raduno, con persone schiaccianti che alzano la coda meno regolarmente degli animali subordinati. Il contatto naso a naso è anche un tipico benvenuto e potrebbe essere seguito dalla preparazione sociale, richiesta da uno dei felini che alza e inclina la testa.

Il mormorio potrebbe aver creato una posizione favorevole allo sviluppo come un debole sistema di consolazione tra le madri feline e i gattini che allattano. I felini dopo l’allattamento mormorano regolarmente come indicazione di soddisfazione: mentre vengono accarezzati, rilassati o mangiano. Lo strumento con cui i felini mormorano è sottile. Il felino non ha una componente anatomica particolare che sia ovviamente preposta al suono. Si credeva, non molto tempo fa, che i felini della varietà Felis solitari potessero mormorare. In ogni caso, anche i felini della classe Panthera (tigre, leone, puma e pantera) creano suoni non costanti, chiamati chuffs, come mormorii, ma solo quando espirano.

INTERAZIONE CON L’UOMO

Comunicazione umana con i felini

Felini e individui

I felini sono animali domestici normali in tutto il mondo e la loro popolazione complessiva supera i 500 milioni. Nonostante il fatto che la tutela felina sia stata solitamente correlata alle donne, un sondaggio Gallup del 2007 ha annunciato che le persone nelle Condizioni unificate d’America erano similmente inclini a possedere un gatto.

E essendo tenuti come animali domestici, i felini sono anche utilizzati come parte delle attività mondiali e della pelle bovina per realizzare cappotti, berretti, coperte e peluche; e rispettivamente scarpe, guanti e strumenti melodici (si prevede che circa 24 felini realizzeranno un mantello di pelle felino). Questo utilizzo è stato vietato negli Stati Uniti, in Australia e nell’Unione Europea. Le pelli feline sono state utilizzate per scopi superstiziosi come componenti dell’atto di stregoneria, sono ancora state trasformate in coperture in Svizzera poiché le cure della società accettate per aiutare i reumatismi. Nell’usanza accademica occidentale, i felini come oggetti ordinari sono serviti a mostrare problemi di meccanica quantistica nel tentativo dell’idea felina di Schrödinger.

Un paio di tentativi per costruire una statistica felina sono stati fatti nel corso degli anni, sia attraverso affiliazioni o associazioni nazionali e universali, (ad esempio, quella della Canadian League of Accommodating Social orders) che tramite Internet, ma tale impresa non sembrano facili da realizzare. Le valutazioni generali per la popolazione mondiale di felini residenziali vanno da qualsiasi luogo tra 200 milioni e 600 milioni.

Leave a Comment

Your email address will not be published.