Analisi di fisica e nuoto con il consulente per le alte prestazioni del team USA, Russell Mark

Russell Mark è un consulente ad alte prestazioni della squadra nazionale di nuoto degli Stati Uniti. È un consulente per lo sviluppo dei nuotatori olimpici del Team USA, lavorando direttamente con loro e con i loro rispettivi allenatori, fornendo feedback su allenamenti e gare e passi per il miglioramento.

Per quasi gli ultimi 10 anni, Russell Mark ha studiato innumerevoli ore di film e parlato tecnica con i migliori allenatori e nuotatori del mondo in modo da poter capire la complessità di tutti i colpi. Con questa conoscenza, ha lavorato direttamente per aiutare la squadra nazionale degli Stati Uniti, ha tenuto centinaia di conferenze sulla tecnica del nuoto e ha contribuito a molti libri e articoli di ricerca.

Mentre nuotava all’Università della Virginia, Mark si è laureato in ingegneria aerospaziale. Ha poi intrapreso una carriera in ingegneria, lavorando brevemente nei programmi sperimentali di motori a reazione militari di Pratt & Whitney. Questo improbabile percorso di carriera ha servito bene Mark nel mondo del nuoto, utilizzando le sue conoscenze in fisica, fluidodinamica e ingegneria per identificare e consigliare ciò che rende i nuotatori più veloci.

D. Sembra un background così diverso per la tua posizione attuale, potresti approfondire le sinergie tra i tuoi studi e la tua professione precedenti e il tuo lavoro attuale?

R. A dire il vero, tutto si è combinato abbastanza bene. Il mio background universitario di nuoto e la laurea in ingegneria aerospaziale sono stati gli strumenti perfetti per me per poter mantenere nella mia vita la passione del nuoto a livello professionale e fornire un valore reale nell’aiutare il Team USA Swimming, si potrebbe dire il lavoro dei miei sogni. C’è più fisica coinvolta nel nuoto di quanto penso la gente realizzi e la mia educazione ha fornito una base di conoscenza per guardare i film dei nostri atleti sotto una luce diversa. Analizzo la meccanica e le forze per fornire ai nostri nuotatori la migliore opportunità di esibirsi al loro livello umano ottimale.

D. Qual è la tua impressione generale di USA Swimming dalle Olimpiadi di Londra 2012?

R. È stata una straordinaria Olimpiade a Londra per il Team USA, non solo siamo riusciti a raggiungere i nostri obiettivi, ma abbiamo avuto un gruppo eterogeneo di vincitori di medaglie, giovani e meno giovani, e sentiamo di avere una buona collezione di nuotatori per il futuro.

D. Allenamento o Race Day, quale preferisci?

R. Per me è tutta questione di viaggio. L’analisi del film, la preparazione, l’allenamento e il processo di pensiero necessari si accumulano fino al giorno della gara oi risultati del duro lavoro di tutti!

D. Potresti spiegare alcune delle tecnologie che il Team USA Swimming utilizza in allenamento? Quale gadget tecnologico, app o dispositivo ritieni fornisca il feedback più importante nell’analisi dei tuoi nuotatori?

R. La tecnologia è piuttosto semplice per il nuoto del Team USA, i nostri gadget più efficaci includono la registrazione subacquea con videocamere impermeabili, il nostro Ipad per l’analisi video e il ritmo. Abbiamo recentemente sviluppato un software che tiene traccia e memorizza il conteggio dei colpi e il tempo o la frequenza per analizzare i nostri atleti. Di seguito è riportato un esempio di una tabella di gara di Missy Franklin che utilizza il nostro software Race Stats delle Olimpiadi di Londra 2012.

D. Per il nuotatore alle prime armi che cerca di migliorare le proprie prestazioni, ci sono gadget o app per il fitness consumer che consiglieresti?

R. Se hai le capacità, consiglierei sicuramente una fotocamera subacquea, ma so che non è disponibile per tutti. Un orologio ritmo sarebbe un buon inizio per chiunque cerchi di migliorare la propria velocità, resistenza e tempi di intervallo in pista. Ci sono un paio di strumenti che menzionerò in dettaglio più avanti che possono essere usati per lavorare sulla tecnica ma non sono basati sulla tecnologia, come un boccaglio e le pinne.

D. Cosa ci aspetta per il nuoto USA e le Olimpiadi del 2016, qualcuno a cui dovremmo prestare molta attenzione?

R. USA Il nuoto è molto eccitante e interessante, si sono verificati molti casi durante le prove in cui un individuo (pubblicamente) sconosciuto esce dal buio e sorprende anche il campo. Siamo molto fiduciosi nei nostri giovani nuotatori dalle Olimpiadi di Londra verso il futuro e abbiamo uno dei migliori programmi di nuoto per ragazzi.

D. Qualche trucco di base della tecnica di nuoto degli atleti olimpici che potresti condividere con i nostri lettori che cercano quel piccolo vantaggio in più o che hai appena iniziato a nuotare?

A. La posizione della testa e del corpo è il fondamento del nuoto; Perfezionirei quelle tecniche prima di andare avanti nel nuoto. Alcuni strumenti consigliati che suggerirei sono le pinne (mantiene le gambe in alto e aumenta la forza) e un boccaglio (la testa scende). Quando la testa è sollevata per respirare, fuori dall’acqua i fianchi e le gambe si muovono verso il basso e iniziano a trascinarsi e diminuire la velocità. Per diventare un solido nuotatore è importante lavorare sulla tua tecnica di respirazione. Usa di tanto in tanto un boccaglio per lavorare sulla tua bracciata senza doverti concentrare sulla tecnica di respirazione. esercizi per allungare il tempo in cui puoi tenere la testa sommersa e lavorare il corpo. Tutto nel nuoto accade sott’acqua; una volta che inizi a sentirti a tuo agio con queste tecniche di base, puoi iniziare a pensare a tecniche con il monitoraggio del ritmo e il feedback video.

Leave a Comment

Your email address will not be published.