Chimica platonico-fullerenica e fisica platonico-laviolette

Nel settembre 2011, una scoperta all’acceleratore di particelle del CERN sembra aver demolito le basi della visione del mondo di Albert Einstein, che affermava che nulla poteva muoversi più velocemente della velocità della luce. Supponendo che ciò sia corretto, le ramificazioni sociali della scoperta sono così enormi che prima possiamo riparare il danno che un’etica scientifica sbilanciata ha arrecato alla civiltà, meglio è. Il fatto che eminenti scienziati abbiano previsto questo crollo della visione scientifica fissa del mondo suggerisce che riesaminiamo con urgenza le loro preoccupazioni pubblicate.

La visione del mondo einsteiniana affermava che ogni aspetto del pensiero scientifico del 20° secolo doveva essere governato dalla comprensione di Einstein della seconda legge della termodinamica. Questa legge è stata descritta da Maria Montessori come una legge sull’avidità energetica, responsabile di crolli economici distruttivi. La Montessori è stata elencata nel Century of Science della rivista TIME come la più grande scienziata del 1907. Insieme al suo collega, il sacerdote gesuita, Tielhard de Chardin, hanno modificato la E=mc al quadrato di Einstein, al fine di bilanciare il decadimento atomico universale con le energie creative subatomiche. Le loro teorie si riferivano alla ricerca sull’estetica e l’etica condotta nel 18° secolo da Immanuel Kant.

L’Internet Encyclopedia of Philosophy elenca Immanuel Kant come “uno dei filosofi più influenti nella storia della filosofia occidentale. I suoi contributi alla metafisica, all’epistemologia, all’etica e all’estetica hanno avuto un profondo impatto su quasi tutti i movimenti filosofici che lo hanno seguito”. Il termine ‘impatto’ suggerisce l’acquisizione della sapienza colta dalla tradizione platonica classica della filosofia greca, si riferisce all’antico concetto di Sapienza attraverso la Bellezza.

Immanuel Kant e il suo collega Hans Christian Oersted, che scoprirono il campo elettromagnetico, avevano ritenuto che tale tecnologia etica potesse derivare dal platonico ‘Scienza per fini etici’. Nel 1786 Hans Christian Oersted scrisse il suo famoso Fondamenti metafisici delle scienze naturali, basato sulle teorie di Immanuel Kant. Si può dedurre che il loro concetto di tecnologia etica per fare del motore elettrico un giocattolo per bambini al confronto, fosse associato alla loro comprensione delle proprietà del loro scopo etico universale elettromagnetico.

di Kant”Etica” è stato ritenuto necessario per ottenere la pace perpetua sulla Terra. Questa idea ha portato Montessori e de Chardin a ritenere che questo concetto elettromagnetico fosse necessario per aprire i Golden Gate al futuro, per tutte le persone allo stesso tempo, piuttosto che per pochi privilegiati o razza prescelta. Ciò suggerisce che uno scopo etico consapevole si stesse evolvendo all’interno della popolazione umana sulla Terra. Ad esempio, dal sole vengono regolarmente emesse sfere di radiazioni letali, che vengono deviate dal campo elettromagnetico terrestre per proteggere tutta la vita sulla Terra. Lo scienziato , Matti Pitkanen, ha sottolineato che questo fenomeno soddisfa i criteri per essere chiamato atto di coscienza.Questa idea di un bilanciamento dell’energia della seconda legge del decadimento universale mediante l’evoluzione della coscienza era considerata ovvia dal Premio Nobel per la Medicina del 1937 , Szent-Goergyi, ha scritto un libro intitolato Le scimmie pazze, sulla mentalità degli scienziati che non riuscivano a capire l’esistenza di questo fenomeno.

Il biologo molecolare, Sir CP Snow, pronunciò la sua famosa Rede Lecture dell’Università di Cambridge del 1959 esattamente sulla stessa ipotesi, sostenendo che la civiltà sarebbe stata distrutta a meno che la scienza moderna non si fosse riunita con la scienza della vita delle discipline umanistiche greche classiche. L’ingegnere, Buckminster Fuller, ha fatto eco a questi sentimenti nel suo libro, Utopia o Oblio. La sua visione sinergica del mondo, in cui l’entropia è bilanciata dalle energie creative, divenne la base della moderna chimica platonico-fullerenica, emergendo ora come disciplina scientifica etica in tutto il mondo.

Gli Heresy Papers inediti di Sir Isaac Newton sono stati scoperti il ​​secolo scorso, dichiarando la convinzione di Newton che esistesse una filosofia più naturale e profonda per bilanciare il sistema energetico entropico universale. I principi della fisica equilibrante di Newton erano quelli che un tempo sostenevano la perduta Scienza platonica per fini etici. Alcuni scienziati hanno dichiarato che tale pensiero era opera di una mente criminalmente pazza. Durante il governo di Tony Blair come Primo Ministro britannico, scienziati di alto livello sembravano essere riluttanti a parlare delle possibili tecnologie associate agli Heresy Papers di Newton. Rilevanti ricerche multimilionarie all’Università di Cambridge erano terminate bruscamente e scienziati di alto livello sembravano preoccupati che il Primo Ministro stesse subendo una sorta di conversione religiosa, come si è poi dimostrato corretto.

Tra i discorsi su una guerra contro un asse del male, gli scienziati sembravano diffidenti nel mettere in discussione le convinzioni religiose di un Primo Ministro bellicoso o del suo collega religioso, il presidente George Bush. All’interno del caos di una visione del mondo entropica, entrambi i leader avevano il chiaro obbligo di proteggere i loro paesi da una situazione critica di biforcazione entropica, in cui il tradizionale apprezzamento del mantenimento di un adeguato morale popolare di sopravvivenza, era considerato per il bene comune.

Storicamente, all’interno di un entropico globale predatore-preda mentalità, un tale atteggiamento di buon senso per il nazionale

la protezione è una questione di sopravvivenza del più adatto. Questo è in contrasto con l’atomismo greco del 3° secolo aC Scienza dell’Amore Universale. Lo storico romano, Cicerone, ha chiarito questo punto durante il I secolo aC, quando ha avvertito il governo romano della crescente popolarità di quella particolare scienza a Roma. Secoli dopo, Giordano Bruno tenne conferenze sulla scienza dell’amore universale all’Università di Oxford. Al ritorno a Roma fu imprigionato e torturato, e nel 1600 fu arso vivo dalla Chiesa per Eresia. Questo spiega perché Newton non ha osato pubblicare i suoi principi di fisica del bilanciamento e perché, quando sono stati scoperti, sono stati indicati come Heresy Papers.

Le antiche scienze della vita etiche platoniche associavano chiaramente la mentalità entropica predatore-preda con l’emergere delle proprietà malvagie della materia non formata all’interno dell’atomo fisico. Questa minaccia di radiazioni nucleari fa eco alla nostra attuale ossessione per una chimica sbilanciata basata sulla logica del decadimento atomico universale. Il fatto che un gran numero di giapponesi stia ora sperimentando gli effetti negativi di un’accelerazione del decadimento atomico in tempo di pace, mostra che dobbiamo passare dallo stadio biologico predatore-preda dell’esistenza a un livello di coesistenza globale armonica.

Charles Darwin ha posto l’accento sul comportamento predatore-preda per dare credito alla sua sopravvivenza entropica delle teorie più adatte. Al contrario, il biologo quantistico, il dottor Bruce Lipton, ha spiegato che la cellula usa la cooperazione invece della competizione per il futuro dell’organismo ospite all’interno di un ambiente sempre più complesso e mutevole. L’uso attuale del diritto di giurisprudenza entropica, estetica e morale kantiana, per mantenere la crescita e lo sviluppo economico perpetui, è impossibile. All’interno di un sistema entropico universale chiuso, la crescita economica perpetua non può essere sostenuta e il perseguimento di tale obiettivo può solo accelerare il caos economico globale.

Il sei saggio è intitolato Il Principale della creazione e l’accelerazione della crisi globale, scritto dall’astrofisico di Max Plank, Peter Kafka, dal 1976 al 1994, prevedeva l’attuale collasso economico globale. Ha attribuito questa brutta situazione alle azioni di scienziati, tecnologi e politici che sono stati coinvolti in una visione del mondo entropica governata dalla seconda legge della termodinamica. A pagina 40 si riferisce alla seconda legge come Diabolica, associata agli antichi dei pagani della distruzione. Il titolo del capitolo 4 recita: L’inutilità della seconda leggeche è ben diverso da Sir Athur Eddington che la chiama la Suprema Legge Metafisica dell’intero Universo, o da Einstein che la chiama la Legge Primordiale di tutta la Scienza.

Nel suo libro online, Un’equazione di Fuller – La geometria sinergica di R Buckminster Fuller, Amy Edmondson, professoressa di Novartis dell’Università di Harvard, a pagina 36, ​​spiega che Fuller ha derivato le sue teorie dagli scritti matematici di Platone. Fuller, nel suo libro, Utopia o Oblio, avverte anche che la nostra scienza entropica sbilanciata sta portando la civiltà al punto di collasso. Edmondson scrisse che pochissime persone conoscono il viaggio di Fuller dalle antiche scuole misteriche babilonesi ed egiziane fino alla culla della scienza occidentale nell’antica Grecia. Ha consigliato al lettore di godersi la grande avventura di Fuller con la matematica antica. La chimica platonico-fullerenica derivata da quel viaggio si riflette nella fisica derivata dal fisico Paul LaViolette, che esplorò anche gli insegnamenti di queste antiche scuole misteriche.

LaViolette ha esaminato l’insegnamento del mistero per spiegare concetti antichi riguardanti la fisica dell’equilibrio della creazione. La sua zuppa primordiale di energie chimiche e meccaniche delle onde esisteva in quello che Isaac Newton chiamava l’etere. Da questo etere emanavano i progetti subatomici per la creazione del mondo della materia, che spiegavano aspetti dell’universo olografico del fisico David Bohm. LaViolette associa il malvagio dio egizio, Set, con la seconda legge della termodinamica, poiché Peter Kafka collegava la stessa legge fisica con il dio del caos di Platone, Diabolos.

La conoscenza di La Violette sulla Scienza dell’Amore Universale sembra diventare pragmaticamente fattibile quando l’entropia raggiunge una fase critica, che può innescare il paradigma predatore-preda in una nuova era creativa di evoluzione. La sua fisica sembra collegarsi con la chimica platonico-fullerenica per rivelare il potenziale di un principio auto-organizzante in natura, in sintonia con il concetto di derivare nuove tecnologie dall’antica Scienza per i fini etici. Usa la fiamma di una candela come esempio di ordine che genera un sistema di energia aperta, contrariamente alla comprensione generale della seconda legge della termodinamica. Una recente drammatica scoperta sulla fiamma di una candela del dottor Wuzong Zhou della St Andrews University, in Scozia, mostra che le teorie fisiche di LaViolette sono alla base di un vasto nuovo mondo rilevante per la realtà spirituale platonica. Quando una candela brucia, la sua fiamma genera milioni di nano-diamanti (la scienza medica sta già creando tali nano-diamanti per l’uso nella ricerca medica cellulare).

La scoperta della Molecola dell’Emozione da parte del dottor Candace Pert nel 1972 ha rivelato che si è evoluta come un’espressione frattale infinita all’interno del sistema energetico olografico universale. Questo da solo mette in discussione la validità della visione del mondo entropica di Einstein, perché la seconda legge della termodinamica vieta alla vita di essere parte di un tale processo. Questa legge sulla morte termica richiede la fine di tutta la vita. Un’altra funzione della Molecola dell’Emozione è la generazione dei fluidi endocrini per mantenere la salute cellulare in un ambiente olografico in continua evoluzione. La fisica di LaViolette e la chimica platonico-fullerenica, che funzionano per bilanciare il decadimento entropico, forniscono il modello necessario per consentire la realizzazione dei 15 obiettivi del Millennium Project delle Nazioni Unite per il miglioramento della condizione umana globale.

La continua corsa agli armamenti predatori-prede entropica che sta attualmente minacciando l’umanità globale, può ora essere considerata appartenere al concetto di scienza di ieri. Sta nascendo una tecnologia scientifica medica, in cui la fedeltà agli dei pagani che sostengono il giuramento di Ippocrate è già stata adeguatamente modernizzata per mantenere il suo ethos etico originale. Sta emergendo una scienza medica trasparente, che non sarà ‘pragmaticamente’ compromessa dall’essere sequestrata dai ricchi a spese dei poveri. La legge di giurisprudenza entropica sulla morale, basata sull’estetica kantiana, può ora essere aggiornata per abbracciare invece l’etica kantiana. Il mondo si renderà quindi conto che l’etica non riguarda il modo in cui si usa la scienza, ma è una proprietà auto-organizzante associata alla coscienza evolutiva.

© Professor Robert Pope.

Leave a Comment

Your email address will not be published.