Arte e scienza – La fisica del nostro mondo naturale, una recensione di un libro

Quando vai al college segui corsi di psicologia e filosofia che sfidano la realtà dell’esistenza, mentre il professore cerca di convincere la tua mente a pensare fuori dagli schemi. Anche se questo è un ottimo esercizio, confonde un buon numero di studenti. Forse ho una soluzione per questo. Forse tutto ciò che questi studenti universitari devono fare è considerare la scienza dietro ciò che è, vale a dire, porre la domanda; di cosa è fatta la nostra realtà, per poi lavorare a ritroso da lì, ponendo le stesse domande suggerite dai professori.

Se desideri un libro che possa aiutarti a considerare tutto questo, e forse capire un po’ di più su cosa stanno facendo con la fisica delle particelle in posti come il CERN, allora ho una raccomandazione decente per te. Il nome del libro è;

“Lo spazio di Einstein e il cielo di Van Gogh – Realtà fisica e oltre” di Lawrence Leshan e Henry Margenau, MacMillan Publishers, New York, NY, 1982, 268 pagine, ISBN: 0-02-570460-5.

Allora, non è necessario essere un tipo di persona new age per apprezzare questo tentativo degli autori di spiegare il nostro regno e la realtà attuali usando la scienza dura, la fisica quantistica e molte delle equazioni e teorie più note di Einstein per goderti questo libro e meditare le realtà alternative, o osservazioni relative di tutto ciò che è nel nostro mondo conosciuto. Gli autori prima si immergono esattamente nel modo in cui comprendere e spiegare questo concetto di realtà alternative e la struttura di domini, regni e realtà relative.

Sebbene questo libro sia stato scritto nel 1982, si potrebbe guardarlo e vedere che gran parte della comprensione dei giorni nostri, anche le teorie più attuali della fisica delle particelle sono state toccate filosoficamente. In effetti, quando avrai completato la Parte I di questo libro, avrai una buona conoscenza della parte II e della Parte III. Gli autori hanno una bella argomentazione filosofica e scientifica per il lettore riguardo alla relatività e alla verità, come in che cosa è, cos’è la realtà e dove e quando è avvenuta, se o può verificarsi.

Ti piacerà la discussione su causalità, feedback, scopo, riduzionismo, logica e verifica della teoria scientifica, poiché gli autori forse spiegano come mai il loro punto di vista sia perfettamente valido con tutto ciò che è. Nella parte III, beh, è ​​qui che le cose diventano davvero interessanti e profonde come in; ciò che è reale, è qualcosa di reale, e perché è reale o no. C’è un capitolo interessante sull’arte, uno sull’etica e un altro sulla coscienza.

Sebbene questi autori sembrino scrivere dal punto di vista delle arti liberali, il che spinge qualcuno come me su un muro, il loro uso scientifico delle teorie e della conoscenza è abbastanza buono, quindi questo libro sopravvive all’etichetta di a; Lavoro New Age.

Leave a Comment

Your email address will not be published.